26 Febbraio 2021 sergio

10 motivi per scegliere una strategia di video marketing nel settore agroalimentare

La tua azienda è nel settore food&beverage?
Sei un imprenditore in ambito agroalimentare? O magari sei uno chef, un insegnante, un produttore di alimenti bio?
Qualunque sia la tua professione in questo settore, ecco la domanda che dovresti porti: “Cosa sto facendo per raccontarla nel migliore dei modi al più grande pubblico possibile?”.

Con ogni probabilità hai un sito web che parla di te e della tua attività, dei profili social e del materiale fotografico dei tuoi prodotti o servizi scattate da un professionista.
Se questa descrizione ti rappresenta ti facciamo i nostri complimenti, sei sulla strada giusta.
Ma puoi fare ancora di più per trasmettere l’anima del tuo progetto sui tuoi canali in modo caldo, coinvolgente, emotivo e davvero approfondito.
Per distinguerti dai tuoi competitor serve una grande capacità di analisi e uno stile che ti definisca. Il primo passo da fare è scegliere una strategia di video marketing per te e per la tua azienda.

Perché è importante avere una strategia di video food marketing?

Il food è un trend che non ha nessuna intenzione di lasciare i primi posti nella classifica degli interessi del pubblico. Sarà per l’estetica ammaliante, per ciò che rievoca al livello sensoriale, o perché ci riporta in qualche modo a una dimensione familiare, infantile ed emotiva, ma siamo tutti pazzi per il cibo e per le sue rappresentazioni.

Fotografato, ascoltato, raccontato, ripreso: ogni racconto legato al mondo del food&beverage sembra avere una forza innata, una marcia in più per avvicinare i consumatori.
Ma quindi è solo una questione estetica? Assolutamente no, è una questione di valore.
Il pubblico in generale, e quindi anche il tuo, è costituito da persone sempre più attente a cosa consumano, al proprio benessere e in cerca di beni e servizi in linea con il loro stile di vita.
Per questo, per prima cosa devi conoscere le persone alle quali ti stai rivolgendo, capire a cosa sono davvero interessate e quali sono le loro abitudini (di vita, non solo di consumo).
Una volta che avrai una mappa chiara e precisa potrai passare ad analizzare il tuo brand: definisci ancora meglio i valori, le unicità, le caratteristiche e la storia.

A questo punto avrai molte frecce al tuo arco e dovrai solo decidere quali scagliare, dove e quando. Potrai scegliere quali contenuti video proporre e su quali canali veicolarli.
Racconterai una storia che colpisce i loro interessi (proprio perché li conosci!) e che descrive in modo profondo e trasparente la tua realtà aziendale.

Scopriamo quali sono i motivi per raccontare una realtà agroalimentare attraverso il video marketing e come farlo al meglio.

10 motivi per raccontare la tua food story attraverso il video marketing

1 Il video come il cibo è emozione e l’emozione porta alla condivisione

Ogni volta che scopriamo qualcosa di diverso o di appassionante, abbiamo voglia di condividerlo e raccontarlo. Quando proviamo un nuovo ristorante non vediamo l’ora di consigliarlo, così come se vediamo un film che ci ispira vogliamo essere l’amico sempre aggiornato che guida le scelte del gruppo.
In particolare il cibo ha per tutti una valenza emotiva: chi non ricorda l’odore del sugo della nonna che ribolle in cucina? È questa sua componente sensoriale, a cavallo tra la nostalgia e la voglia di sperimentare, che rende il suo racconto qualcosa di attraente e imperdibile.
Il video è il mezzo più coinvolgente che abbiamo a disposizione, perché abbraccia tutti i sensi, avvicina e avvolge. Non potrai far sentire il profumo di un piatto preparato con il tuo prodotto o il sapore del vino che produci, ma potrai far nascere un profondo desiderio di vivere quell’esperienza.

 

2 Hai l’occasione di parlare del tuo territorio

Parlando dei tuoi prodotti non puoi fare a meno di raccontare dove nascono, quali paesaggi li circondano, quale cultura si respira.
Questo ti consente di allargare il tuo racconto, renderlo più ampio e vario e, perché no, di instaurare delle relazioni con partner vicini a te con i quali condividi prospettive e valori. Nel tuo video storytelling nel quale racconti la tua storia, infatti, puoi anche parlare di turismo, di risorse, dello spirito delle persone della tua terra.
Se la tua produzione è biologica, a km0, green o ha particolari caratteristiche legate al rispetto ambientale, potrai veicolare i tuoi valori e il tuo apporto positivo a quel territorio e, di conseguenza, al Pianeta.
Che ne dici di un esempio pratico? Ecco il progetto video che abbiamo realizzato per Mezzacorona Rotari. https://vimeo.com/298377393
Come hai potuto vedere non si parla solo di vino, per essendo tutto funzionale a parlare proprio del prodotto.

È il contenuto più amato dai Millennials e dalla generazione Z

3 Niente è come il video

Da anni il video è il tipo di contenuto più ricercato. L’attuale situazione legata al Covid-19 ha ulteriormente amplificato questa abitudine. Siamo in tanti ormai a trascorrere il tempo davanti a uno schermo, per essere più precisi a farlo è il 92% degli italiani. (Fonte: WeAreSocial, 2020).
Mica male come pubblico potenziale!
Possiamo ricavare altre informazioni importanti per determinare il modo in cui sceglierai di raccontare la tua storia. Sappiamo che i più assidui watcher hanno tra i 25 e i 34 anni e questo sarà fondamentale per scegliere il format video migliore e il tono di voce più adatto. (Fonte: Oberlo 2020)

 

4 Puoi portare i tuoi consumatori “dentro” la tua realtà

I dati ci dicono che nove italiani su dieci guardano contenuti video per lo più su internet, e che l’88% di essi effettua almeno un accesso al giorno alla rete. Così’ tante persone solo a un click di distanza dal tuo sito o dal tuo ecommerce. (Fonte Oberlo 2020). Questo significa che sarà preziosissimo il tempo che dedicheranno a un tuo contenuto, e che il messaggio che scegli di veicolare potrà avere un impatto immediato sul tuo business.

 

5 Racconta il tuo brand attraverso tante voci e volti diversi

Cambia lo stile, cambia il nome che gli diamo, ma non cambia mai la loro efficacia: scegli un volto noto e fallo parlare del tuo prodotto. Prima si chiamavano testimonial, ora si chiamano influencer, in ogni caso se scegli il giusto personaggio puoi davvero conquistare un grande pubblico, il suo. Questo è uno degli investimenti più utili che puoi fare alla tua azienda.

6 Il video ti aiuterà a distinguerti dai tuoi competitor

Puoi scegliere di girare una serie in cui i tuoi dipendenti sono protagonisti, di fare un documentario, uno spot sorprendente, un video che rappresenta in astratto i tuoi valori. Insomma, il video ha un linguaggio così ricco e ampio che sarà per te l’occasione per appropriarti di un modo di parlare e di un’identità visiva solo tuoi.
Uno dei nostri modi preferiti di raccontare storie è attraverso l’ironia, uno dei sentimenti più coinvolgenti e memorabili. Ecco un altro esempio: https://vimeo.com/298389637

 

7 Intrattieni il pubblico più a lungo: aumenta la permanenza sulle tue piattaforme

Sai quanto tempo passiamo mediamente al giorno a guardare video sul web? 3 ore e 40 minuti. Durante il lockdown questo dato è cresciuto ancora, perché mentre le persone erano costrette nelle proprie case, i video hanno offerto loro un modo eccellente per intrattenersi. Il 31% degli italiani ha avuto la sua prima esperienza di e-sport, il 39% ha assistito al suo primo concerto virtuale, e il 23% ha seguito un allenamento fisico online. (Fonte: La Repubblica, 2020)
Questo significa che se fai atterrare anche solo una parte di questi utenti sul tuo sito, sul tuo blog o sul tuo e-commerce, avrai una conversione davvero importante e una relativa impennata di traffico.

 

8 I tuoi prodotti al massimo della qualità

La frenesia nella cucina di un ristorante, il tocco finale di uno chef stellato nel suo impiattamento, il volo degli insetti durante la vendemmia del più pregiato Champagne… Un’immagine di qualità attira lo sguardo come nient’altro riesce a fare. Affidati sempre a collaboratori professionisti e non credere che mettere il tuo smartphone su un cavalletto sia esattamente la stessa cosa: otterrai comunque delle buone immagini, ma tu meriti la magia! Nessun altro strumento di marketing può regalarti l’effetto che il video genera.

9 Sonda il terreno e agisci rapidamente

Produrre un video può essere impegnativo è vero, ma ti consente di essere sempre attuale e parte del discorso. Se accade un evento inaspettato, prepara subito un messaggio che lo comunichi al meglio e prima degli altri: che sia l’aver ricevuto un premio, il voler sostenere una causa sociale, o aver riconvertito la tua produzione per regalare igienizzanti, dillo bene, dillo presto, dillo forte!
Sonda il terreno e ascolta il tuo pubblico, se senti che i tuoi contenuti iniziano ad essere obsoleti corri ai ripari e torna attuale. Se sei sul pezzo sarai sulla bocca di tutti.

 

10 Go live!

Dirette e live streaming sono all’ordine del giorno per i tuoi consumatori! Queste tecnologie stanno rivoluzionando il modo di comunicare di molti brand in tutto il mondo, anche nel settore food ovviamente. Una ricerca ha rilevato che l’80% di chi guarda regolarmente video, preferisce seguire il live streaming di un brand piuttosto che leggere la pagina di un blog. Che accada perché siamo pigri, amanti della diretta o del food, questo è un fatto: gli utenti vogliono guardare in faccia il proprio interlocutore, anche se è un brand. Vogliono conoscerlo, magari anche sbirciando tra i titoli della sua libreria sullo sfondo.
Nel tuo piano marketing ci sono delle live? Pensaci bene, insieme possiamo goderci il bello della diretta!

P.iva 05021940282
Privacy Policy | Cookie Policy
info@officinaimmagini.com
P.iva 05021940282
Privacy Policy | Cookie Policy
info@officinaimmagini.com