18 Gennaio 2021 sergio

Quale tipologia di video è più adatta alla mia azienda?

Formati, racconti e stili per dare voce a ogni brand

Ammettiamolo: non passa giorno senza che abbiamo guardato un video sul nostro schermo. Lo facciamo per scoprire le caratteristiche di un prodotto da acquistare, per informarci sugli eventi di cronaca, per intrattenerci e per imparare cose nuove. Ciascuno di questi esempi ci fa venire in mente un diverso tipo di format video: dalle recensioni, ai tutorial, ai video storytelling, fino alle serie web e TV.

Questa abitudine così radicata ha fatto sì che le diverse realtà aziendali e di business scegliessero sempre più frequentemente una strategia di video marketing per comunicarsi.
Ecco alcune buone ragioni per cui dovresti farlo anche tu.

Cosa dicono i dati:

  • Se l’oggetto di una newsletter contiene la parola video, l’email verrà aperta il 7% di volte in più rispetto ad altri messaggi ricevuti.
  • Il tempo di permanenza degli utenti sulle piattaforme video è l’88% in più rispetto agli anni precedenti.
  • Il video, sui canali social (in particolare Instagram), è una fortissima leva all’acquisto: una conversione decisamente superiore a quella data da foto, semplici link, status o menzioni sui profili ufficiali.
  • Marketers e professionisti utilizzano webinar per formare i propri clienti e comunicare o aggiornare i propri referenti.

Il motivo fondamentale per affidarsi a una strutturata video marketing strategy è, quindi, la sua indiscutibile efficacia.

Perché parliamo di strategia?

Perché oggi il racconto di un’azienda deve essere:

continuativo nel tempo

Non posso parlare al mio pubblico oggi e poi abbandonarlo per una, due settimane o addirittura mesi. Sto cercando di diventare un suo interlocutore e quindi non posso smettere di raccontare (e ascoltare).

Della giusta durata, generalmente breve

Sto chiedendo a qualcuno di prestarmi attenzione, non posso stressarlo, devo essere chiaro e coinciso. Così gli rimarrà anche il desiderio di scoprire “cosa accade dopo”, e non avrà esaurito in una sola volta il tempo che vuole dedicare alla mia realtà.

Mirato

Il tono di voce, il canale e il contenuto dei video devono sposarsi appieno con i gusti e le necessità di chi li sta guardando. Devono sempre rispondere a un desiderio.

Credibile

Il video trasmette i miei valori, non posso mentire, voglio raccontarmi al meglio, ma senza bluff. Devo essere un interlocutore AFFIDABILE.

Coinvolgente

Ogni contenuto sottintende un invito a chi sta guardando: “vuoi essere dei nostri?”. Se scegli i miei prodotti o servizi allora crediamo nelle stesse cose e insieme possiamo davvero andare lontano.

Condivisibile

Se il contenuto crea senso di appartenenza, la persona che lo sta guardando sarà invogliata a condividerlo, generando un passaparola molto utile alla mia azienda. Amplificherà – gratuitamente – la trasmissione del messaggio.

Quali tipologie di video scelgono di realizzare le aziende?

Facciamo un passo indietro: il video è il mezzo più emotivo che ci sia, perché coinvolge tutti i sensi. Non si tratta solo di una scelta di immagini, ma l’attenzione di un viewer è spesso attratta dall’audio, che sia una musica, una serie di suoni e un silenzio inaspettato.
Sappiamo che a seconda del canale di pubblicazione, dovremo fare scelte diverse:

  • di durata;
  • di uso del sonoro;
  • di integrazione con informazioni in grafica.

Quindi, per scegliere il tipo di video giusto bisogna partire dalle domande giuste.
A chi vuoi parlare? Come puoi colpire l’attenzione di questo determinato pubblico? Su quali canali? Qual è il tuo obiettivo? Vuoi che ti conoscano, che effettuino un acquisto, che parlino di te ad altre persone?

È così che noi di Officina Immagini iniziamo ogni nuovo progetto: facendo domande, studiando, trovando i giusti fili e stoffe per cucire il tuo video su misura.

Come strutturare una strategia video

La video marketing strategy è alla base della comunicazione di ogni attività contemporanea. Nuovi e vecchi clienti cercano costantemente informazioni su brand e aziende, ma non spendono più di pochi minuti di attenzione. Per questo il video è la risposta più completa alla sete di informazioni.

Verrebbe quindi da chiedersi: “Ma quindi devo realizzare un video ogni mese per offrire nuovi contenuti?” La risposta è no: non vince la quantità ma la qualità e il metodo.

Una video strategy è un vero e proprio piano d’azione, un progetto che studia quali prodotti video realizzare e come frammentarli per diffonderne l’eco.

Basandoci sulle abitudini di visione degli utenti, possiamo generalizzare dicendo che non sarà molto utile realizzare un unico video di 20-30 minuti nel quale si racconta la storia di un’azienda, la sua linea di produzione e i progetti per il futuro. Se così fosse si avrebbe un solo prodotto, probabilmente ospitato dal sito web, destinato a invecchiare molto presto.

Una video marketing strategy sceglie il o i format più adatti a ogni realtà e pianifica la diffusione di questi contenuti nel lasso temporale scelto (generalmente 6-12 mesi, ma anche di più).

Esempi e tipologie di format

  1. Video interviste ai dipendenti
    Se l’obiettivo dell’azienda è trasmettere il valore umano della sua realtà, si può scegliere di fare delle mini interviste a tutti i dipendenti. Come, quante, da pubblicare dove?
  2. Storytelling
    L’azienda di famiglia, i terreni sui quali coltiva, i macchinari che usa… ecco solo alcuni esempi di una storia da raccontare in modo caldo, unico e avvincente. Ma come farlo? In pillole? In infografica? In clip brevissime?
  3. Tutorial
    Molto indicato sia per la vendita di prodotti (Come e quando si usano? Per chi sono indicati?) e di servizi (Come funziona? Cosa evitare?).
  4. Serie
    Un contenuto seriale che si sviluppa su una trama o su uno schema fisso (presentazione di prodotti, la storia dell’azienda anno dopo anno, ecc..).

Progetti realizzati e case history

Vediamo ancora più nel concreto cosa possiamo realizzare al livello visivo per raggiungere l’obiettivo del cliente.

OrtoRomi è il brand che ha lanciato sul mercato degli estratti di frutta che in breve tempo hanno conquistato i consumatori (Prodotto dell’anno 2018). La loro esigenza era quindi di trasmettere l’idea di estrema freschezza e innovazione, nel sapore e sul mercato. Per questo Officina Immagini ha realizzato dei video in 3D che descrivessero in poche e brevi scene l’esplosione di gusto e freschezza del prodotto. Questo contenuto è stato condiviso come mini spot, ma anche con tagli più brevi e gif animate per popolare i canali social del cliente.

E se cambiassimo totalmente settore? Mettiamo caso che Officina Immagini debba raccontare l’esperienza, l’eleganza e l’unicità di uno studio di interior design. In questo caso non basta trasmettere le sensazioni, ma serve tutta la forza di una storia. Per questo, per lo studio Matteo Nunziati è stato realizzato un video che intreccia la narrazione con l’esaltazione dell’estetica, capitolo dopo capitolo. Un altro esempio di contenuto da fruire per intero o poter dividere in più tempi o destinare a diversi canali.

Queste sono solo alcune delle soluzioni che possiamo offrirti, perché il nostro lavoro è trovare la risposta che calza a pennello e creare il video che davvero farà parlare di te. Ci sono tante domande alle quali rispondere per essere sicuri di ottenere i migliori risultati. Ecco perché è il momento di mettersi al lavoro e fare un video insieme!

Per un preventivo gratuito e personalizzato per la tua azienda CONTATTACI

P.iva 05021940282
Privacy Policy | Cookie Policy
info@officinaimmagini.com
P.iva 05021940282
Privacy Policy | Cookie Policy
info@officinaimmagini.com